Società del Travertino Romano SpA

Versione Italiana English Version

Contatti

Sede Legale

00198 Roma
Via Savoia, 78

Ufficio Commerciale/Amministrativo

Guidonia Montecelio (Roma)
Via delle Cave, 13

Tel. +39.0774529254
Tel. +39.0774526260
Tel. +39.0774528588
Fax. +39.0774526233

Cave

Guidonia Montecelio (Roma)
Loc. "Valle Pilella"

Guidonia Montecelio (Roma)
Loc. "Le Fosse"

Tivoli (Roma)
Loc. "Barco"

Stabilimenti

Guidonia Montecelio (Roma)
Via delle Cave, 13

Tivoli (Roma)
Via del Barco, 22

Valid XHTML

Valid CSS

Home

Travertino Romano

La Società del Travertino Romano nasce nel 1916, esercitando la sua attività di estrazione nella propria cava di 24 ettari, situata in località "Le Fosse". Fino al 1970, viene consolidata la propria capacità estrattiva, allargando e approfondendo il fronte di cava, e arricchendo quindi la gamma dei materiali commerciabili. Proprio in funzione dell'aumento e della varietà della produzione, viene avviata, a partire dal 1950, l'attività di trasformazione dei blocchi in lastre e lavorati. Nasce così il primo laboratorio della Società del Travertino Romano, che si doterà anno dopo anno, di macchinari da taglio e lucidatura sempre più avanzati e diventando così uno degli stabilimenti più innovativi del settore.

E' negli anni '70 che la Società del Travertino Romano comincia la sua grande crescita commerciale. Nel mercato nazionale conquista la "piazza" di Verona e in quello internazionale gli Stati Uniti (eseguendo peraltro la fornitura per la Security Pacific N. B. e per la Texaco Building), della Germania, della Francia e del Belgio. Nasce nel 1975 una nuova cava in località "Barco" arricchendo ulteriormente la gamma dei travertini commerciabili. Nella prima metà degli anni '80, grazie alla presa in gestione della cava della società Filippo Cecchetti, situata nel bacino estrattivo di "Valle Pilella", nonchè al grado avanzato di capacità di sviluppo della progettazione e della lavorazione del travertino, la Società del Travertino Romano conquista il mercato mediorientale, eseguendo, specialmente in Arabia Saudita, opere di grande prestigio, come la National Commercial Bank, il Meridien Hotel, il Ministero del Pellegrinaggio, ecc.

Sferodiedro di Claudio Capotondi

Al termine degli anni '80, avvalendosi della collaborazione del prof. Paolo Portoghesi, del prof. Gino Marotta e dello scultore Claudio Capotondi, la Società del Travertino Romano apre la sezione di arte e architettura denominata Officina Romana del Disegno, nella quale si progettano e si eseguono sculture, complementi di arredo, oggetti e arredi urbani. Nel 1996 viene incorporata per fusione la società Marmi Cecchetti, incrementando così ulteriormente la capacità produttiva con una nuova segheria e un nuovo laboratorio.

Nel 1998 la Società del Travertino Romano incorpora per fusione la società "Universal Graniti" dotandosi quindi di un nuovo bagaglio culturale nella lavorazione delle pietre. Con un nuovo laboratorio di trasformazione, vengono ridisegnate le strategie commerciali, arrivendo a soddisfare richieste del mercato globale. Infatti oggi la Società del Travertino Romano estrae travertino da tutte e tre le zone estrattive del bacino di Tivoli e Guidonia ("Valle Pilella", "Barco" e "Le Fosse"), vicino Roma. La cava di maggior prestigio è situata in localita' "Valle Pilella" ed è estesa per 14 ettari.

Flusso dimanico di Silvio Cilli

Da essa vengono estratti travertini denominati classico, bianco, alabastrino e striato chiaro. In località "Barco", la Società del Travertino Romano svolge attività in due cave rispettivamente di 3 e 5 ettari, dove si può estrarre travertino bianco, noce, noisette e paglierino. In località "Le Fosse", la STR è proprietaria di una cava di 24 ettari dalla quale si estrae travertino paglierino, bianco e noisette. La trasformazione dei blocchi in lastre, lavorati e oggetti di arredo, avviene nei due laboratori situati a Guidonia e Tivoli. Con questa potenzialità estrattiva e di lavorazione, coadiuvata da tre uffici tecnico-commerciali e amministrativi, la Società del Travertino Romano può soddisfare qualsiasi richiesta che provenga da qualunque parte del mondo.